ACEC: 70 anni di cultura delle relazioni

di Irene Minuzzo

Domenica 7 aprile in 38 sale cinematografiche parrocchiali di Veneto e Trentino è tornata in contemporanea la magia di Mary Poppins, il primo indimenticato film Disney del 1964 in versione recentemente restaurata. L’iniziativa è stata sponsorizzata e coordinata dall’Associazione Cattolica Esercenti Cinema (ACEC) del Triveneto, di cui fa parte anche il nostro Teatro Montegrappa. ACEC quest’anno compie 70 anni e ha deciso di festeggiare con un open day (ingresso gratuito per tutti) delle Sale della Comunità questo importante traguardo associativo.

“Acec – spiega don Alessio Graziani, presidente della sezione triveneta dell’associazione e vicepresidente nazionale – nacque a Roma nel 1949 come associazione di categoria dei cinema parrocchiali diffusi in tutto il territorio nazionale. Oggi queste sale, che abbiamo ribattezzato Sale della Comunità, sono ancora più di 500 in Italia, di cui un’ottantina nel Triveneto. Si tratta di veri e propri centri culturali, gestiti da centinaia di volontari generosi e preparati, che animano culturalmente il territorio con proposte non solo cinematografiche di qualità, ma anche proponendo rassegne teatrali, concerti, conferenze e presentazione di libri. Nel pomeriggio di domenica 7 aprile, 38 di queste sale (nelle province di Padova, Verona, Vicenza, Treviso e Trento) hanno aperto gratuitamente le porte per un momento di festa costruito attorno alla visione di un classico Disney che ha fatto sognare generazioni di bambini e di famiglie e che ancora oggi ci fa sperimentare la gioia di stare insieme. Questa infatti è la mission delle sale parrocchiali: costruire comunità, relazioni buone, attorno a tutto ciò che è bello e fa crescere la nostra umanità”.

In ognuna delle 38 sale che hanno aderito all’iniziativa, i volontari che le gestiscono e le animano si sono sbizzarriti per coinvolgere la propria comunità nei festeggiamenti (con travestimenti, allestimenti della sala a tema…). In particolare il Teatro Montegrappa ha voluto far squadra con il gruppo ACR che ha riunito una cinquantina di bambini e ragazzi in una avventurosa caccia al tesoro all’interno delle mura del cinema stesso. Sempre questi bambini hanno poi avuto l’opportunità di visitare la struttura accompagnati dai tecnici che hanno svelato loro i segreti del cinema digitale (con una romantica digressione al funzionamento del proiettore a pellicola) e del sistema di comando audio-luci per concerti e spettacoli teatrali.

I festeggiamenti poi si sono conclusi appunto con la visione condivisa e partecipata del famoso film Disney.

 

Insomma, cinema non è solo film, ma rito sociale ed esperienza comunitaria: un sogno che Acec vuole continuare a costruire insieme a tutti noi.


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.