Cusinati che passione!

S acra rappresentazione vivente della Passione, morte e resurrezione di N.S. Gesù Cristo.

 

 

Con la Quaresima abbiamo iniziato il cammino di preparazione alla celebrazione del grande evento della Pasqua, preceduta dalla settimana santa, che ci introduce nel mistero della salvezza.

La Comunità di Cusinati, per rivivere non da semplice spettatrice ma da protagonista questa esperienza religiosa, sta lavorando a pieno regime già da diversi mesi per preparare una rappresentazione vivente delle fasi più salienti di questo evento sacro.

Nel campo sportivo parrocchiale sta sorgendo una cittadella, tutta racchiusa da strutture e pannelli in legno, con scenografie e palazzi della Gerusalemme di 2000 anni fa, in cui verranno riproposti e rivissuti gli avvenimenti più significativi degli ultimi giorni della vita di Gesù: l’ingresso di Gesù nella città santa,

l’orto degli ulivi, il Cenacolo, il palazzo del Sinedrio, il pretorio di Pilato, il Calvario e il S. Sepolcro.

All’interno di questa cittadella si muoveranno circa 200 personaggi che interpreteranno i vari protagonisti della passione e morte di Gesù, a cui daranno voce una decina di lettori.

I personaggi in scena apriranno al ritmo di una musica coinvolgente, accompagnati da un gioco di luci che

renderà più toccante e partecipata la versione dello spettacolo. Questa manifestazione è nata 30 anni  fa su iniziativa di alcuni parroc-chiani più sensibili che con il sostegno e

l’incoraggiamento dei parroci don Virgilio Rovea e don Pietro Segafredo, don Flavio Chiomento e don Giorgio Balbo, hanno voluto far rivivere una delle più importanti tradizioni religiose culturali della nostra gente, che ha le sue radici nei primi anni dell’900, a cui noi vogliamo dare continuità.

Attraverso questo spettacolo vogliamo trasmettere, specialmente alle nuove generazioni, non solo la pura e semplice storia della Passione con la lettura dei Vangeli, ma far capire il significato profondo della salvezza con il coinvolgimento totale ed emotivo delle persone, facendole entrare nel vivo di una sacra rappresentazione popolare con scenografie, musiche e coreografie che rende partecipe tutto un paese.

Ognuno deve sentirsi motivato e spinto a dare il meglio di se stesso,

a tirar fuori le sue competenze e la sua creatività nel allestimento delle varie strutture, delle scenografie, nella

scelta delle musiche, nel creare costumi, nel dipingere i vari ambienti, nel dar voce ai vari personaggi e…nell’organizzazione generale.

Il paese è diventato un laboratorio di iniziative e di manualità inaspettate.

Attorno a questi valori vogliamo costruire una comunità che vive ciò che crede.

 

CALENDARIO E ORARI RAPPRESENTAZIONE EDIZIONE 2015

Data Orario Festività
29 marzo 20.45 Domenica delle palme
1 aprile 20.45 Mercoledì santo
3 aprile 20.45 Venerdì santo
5 aprile 20.45 Domenica di Pasqua
10 aprile 20.45 Venerdì
11 aprile 10.30 Sabato (su richiesta per le Scuole, al mattino)
17 aprile 20.45 Venerdì
24 aprile 20.45 Venerdì (ultima rappresentazione)
25 aprie 20.45 Sabato (chiusura manifestazione con concerto)

 

Per vedere la foto gallery clicca QUI