Fatima Maani

di Lucia Busatta

 

Il 9 luglio scorso, all’improvviso, ci ha lasciato Fatima Maani. Faceva parte della nostra comunità, assieme al figlio Michele da circa 9 anni dopo aver vissuto per altrettanti anni in Provincia di Salerno. Veniva dal Marocco che aveva abbandonato, in cerca di una vita migliore in Europa, assieme ai suoi tre figli.

Fatima è stata per noi un esempio di integrazione: si è conquistata il suo posto nella nostra comunità grazie al lavoro instancabile, la sua semplicità e disponibilità verso tutti. Lei faceva amicizia con tutti, aveva un sorriso per tutti. Per questo è stata adottata e aiutata dagli abitanti del quartiere Seminarietto dove abitava nella casa vicino il casello ferroviario.

Collaborava con il quartiere nelle varie feste e cene di quartiere, nella sagra del paese, collaborava con gli Amici del Villaggio, con i quali condivideva gli ideali, nell’organizzazione di Primavera a Colori (oltre che nel ruolo di cuoca anche nel ruolo di mediatrice culturale e linguistica). Ha partecipato ai laboratori di cucina organizzati a scuola per i ragazzi con bisogni educativi speciali insegnando loro a preparare il pane e la pizza con maestria. Dove c’era bisogno lei dava sempre una mano. Pur nelle sue ristrettezze economiche  si prodigava ad aiutare chi ne avesse bisogno anche materialmente. La vedevamo spesso con il suo triciclo (mezzo di trasporto usato per i suoi scambi) a consegnare i pacchi della Caritas alle famiglie bisognose.

Grazie Fatima per averci insegnato ad essere solidali, umili e disponibili verso tutti al di là della nazionalità, religione e condizione. Ti ricorderemo in quei bei momenti  in cui ci contagiavi con la tua allegria a suon di ritmi africani mentre mangiavamo i tuoi buonissimi panini napolateni. Ciao Fatima!

 

DIDASCALIE IMMAGINI:

per alcune foto clicca QUI