Il saluto del nostro arciprete Don Giorgio

Insegnare è facile come scagliare pietre dall’alto di un campanile. Mettere in pratica quello che si insegna è invece difficile come portare pietre in cima al campanile (S. Serafino di Sarov).

E’ domenica pomeriggio: incontro dei ragazzi della prima comunione. Parabola della pecorella smarrita  (Mt. 18,12 e seguenti). Il buon pastore va in cerca della pecorella, ma quando la trova la pecorella esclama: “Che stress…” (questo secondo il commento di una bambina… risata generale dei genitori e degli altri ragazzi…).

Il mio augurio per questa Pasqua è che comunque e

dovunque ci troverà il Signore Risorto la nostra reazione sarà invece quella di Maria Maddalena il mattino del giorno della risurrezione. Non vi ricordate quello che ha fatto? andate al capitolo 20 del vangelo secondo Giovanni e lo scoprirete.

La prima testimone e apostola del Risorto è stata proprio lei. Devo proprio dire, ahime: “viva le donne” (con dedica particolare alle discepole di Zaccheo e a Daniela).