Maria Baggio e la sua poesia

di Maria Baggio

 

 

MARIA BAGGIO, nata a Belvedere di Tezze nel 1958, vive a Rosà da quando ha sposato Giuseppe Alessio nel 1994.

Attiva nella realtà parrocchiale prima a Belvedere come animatrice nell’Azione Cattolica Giovanissimi e poi a Rosà come catechista e come membro del Gruppo Missionario, scrive da sempre.

Per lei è una necessità affidare alla penna le sue sensazioni, i pensieri, i ricordi, le emozioni che anche un fatto di cronaca può suscitarle; la sua produzione è ricca, intensa e varia.

Frequenta il gruppo “Amissi de ‘a poesia”  – Aque slosse – dal 1989 nelle cui antologie ha pubblicato numerose composizioni in lingua italiana e dialetto veneto.

 

 

I pensieri

14 settembre 2013

Se ne stanno seduti

allegri e sorridenti

in pagine di quaderni

a righe o a quadretti.

 

Attendono

che una mano li sfogli

e in quel respiro

torna l’ebbrezza del creare.

 

Nuovi pensieri fluiscono

disordinati eo cheti

palpitando come nel mare

le onde all’arenile.

 

Nello sfoglìo di pagine

s’involano i giorni

come rondini a settembre

in cerca di calore altrove.

 

I tusi del Novantanove

19 giugno 2015

I gaveva i brufoi so e massèe

co i xè partii.

Quei-là tornai

mostrava rughe come sulchi.

E mai, mai una paroea so a’ guera

i vardava vanti sempre

squasi che ‘l ricordo

i tirasse pa’ i caviji.

Sui prai garbi de l’altipian

buse e trincee uncò

me mensiona chee face:

tusi ‘ndai in guera

sensa savere parcossa

butai via come semense

so campi de fogo.

Ma i’nte l’erba nova i crochi

me mostra el coeore

de chei pori oci

che lacrimando sangue

l’ultimo ricordo sbiavo

i gà disegnà.