Premio Città di Rosà: un senso al segno

di Alfio Piotto

 

 

Il 17 gennaio, festa di Sant’Antonio Abate,  il Consiglio Comunale ha assegnato  il Premio Città di Rosà  al Gruppo Vita Nuova.

E’ bello fare Festa insieme,  festeggiare come comunità tutta, quando i premi si danno a gruppi o a persone che senti lo meritano fino in fondo. Così come e successo l’anno scorso con il premio ad Eugenio Gasparotto.

Ed è stato il modo migliore per far festa al Patrono della nostra cittadina, quello di indicare come comunità civile

un’esperienza rilevante della nostra comunità, individuandola come una delle testimonianze da porre come esempio.

Diciamo questo con la chiara coscienza  che non è la via della santità, quella che viene indicata da una pubblica adunanza, ma è la via della quotidianità, di una vita che vissuta nelle difficoltà di ogni giorno, con impegno, con costanza, onora,  mette in  risalto, il bello del vivere, è ciò che del vivere vale la pena rendere santo.

Sapendo che non c’è inginocchiatoio da cui partono preghiere che salgono più in alto delle altre e tanto meno che nessuno di noi ha l’autorità e l’autorevolezza di potere individuare ed indicare, questi

inginocchiatoi.

E’ con queste premesse  che mi permetto di suggerire in punta di penna,  un piccolo parallelo con il nome che sintetizza l’esperienza degli amici di San Pietro, Vita Nuova e l’opera del sommo poeta Dante, Vita Nova.

Ci sono due aspetti che si possono mettere in relazione.

Il primo: la donna amata da Dante è Beatrice, e Beatrice è la vera e propria allegoria di Cristo.

Credo che non si può capire completamente, Vita Nuova, se non si ha il coraggio di dire fino in fondo che questo

gruppo si è posto nella nostra comunità, come piccolo laboratorio di vita cristiana, cioè come mezzo e luogo a testimonianza dell’Amore con l’A maiuscola.

Quell’Amore che ha come riferimento la persona, che con il suo essere è porta spalancata su il Risorto.

Il secondo, nella concezione dell’amore di Dante, sempre nell’opera “Vita Nova”,  c’è la volontà di dare corso ad una vita rinnovata dall’incontro con Beatrice, con la persona amata, potremmo dire

dall’incontro con la passione che ti sconvolge la vita.

In Dante è Vita Nova perché, l’amore ha la forza travolgente di rinnovare tre diversi aspetti dell’essere e dell’esistere.

Così come indica lo stesso Sant’Agostino, l’amore ha la forza di cambiare le persone e le relazioni: la relazione che si ha con se stessi, INTRA NOS, (il dentro dell’uomo), con gli altri, EXTRA NOS (fuori dall’uomo), con chi è sopra di noi, SUPRA NOS, (al di sopra dell’uomo).

Chiunque nel tempo abbia avuto modo di incontrare le persone che animano  Vita Nuova, non può non avere avvertito la sincera volontà  di vivere un’esistenza nuova, direi la passione, la voglia di far assaporare a chi li incontra, gusti e profumi nuovi della vita, a cui non siamo  abituati.

riconoscimento

Premio Città di Rosà consegnato al gruppo “Vita Nuova”

Il tutto a cominciare dallo sforzo di fare un percorso di consapevolezza interiore (intra nos – il dentro di noi), che

parte dalla conoscenza di se stessi, facendo esperienza della dimensione della profondità del vivere a cominciare

dalla propria intimità spirituale.

Ed è chiaro che se il punto di partenza è l’interiorità, questa dimensione si dilata nell’altra dimensioni dell’esistenza, la dimensione della larghezza, quella che è diretta verso il largo, verso l’esterno e porta la persona  in direzione degli altri, della comunione.

Chi ha conosciuto Vita Nuova non può che  testimoniare l’impegno di uomini e donne che si sforzano di svolgere un’ esistenza liberata dai compartimenti stagni, come purtroppo spesso accade. Niente doppie, triple, quadruple vite. Niente comportamenti diversi quando si è in famiglia o al lavoro o in parrocchia, al circolo sportivo o a scuola, all’università o in politica.

Si nota in questi amici la costante ricerca “dell’unicità” che nasce dal “carisma dell’unità”, che  conduce la persona che vi aderisce verso una piena realizzazione della sua potenzialità umana, alla luce dei principi del Vangelo. Questo modo di vivere unitario non può non avere un riflesso in ciascuno degli ambiti nei quali la singola persona si trova a vivere e ad agire (extra nos – la relazione fuori di noi).

La gioia, la solarità, la  gratuità, la solidarietà diventano logica conseguenza, limpida declinazione nella quotidianità di uno stile di vita, che non è dono a costo zero.

Il servizio che Vita Nuova ha fatto e fa alla collettività, non solo quella Rosatese e di San Pietro, non è un servizio, a basso prezzo, a buon mercato, ma al contrario servizio al prezzo che mette in gioco tutta la propria esistenza e in un’apertura piena all’altro come totale investimento di tutte le risorse della persona.

Un dono di sè, intimo collegamento con il Dono con la D maiuscolo, ad imitazione di quel Dono innalzato sulla Croce.

Il Sacro Legno, è l’indice rivolto verso l’alto, che ci indica di alzare lo sguardo verso l’Assoluto, simbolo universale della relazione supra-nos del rapporto con Chi è sopra di noi.

Dono che fa risorgere, che fa sorgere di nuovo, che fa rinascere, ripartire. Dono carico di speranza e che riempie di fiducia il futuro, un futuro senza fine, infinito.

Crediamo convintamente, che questo premio abbia dato un senso al segno che si vuole lasciare nella nostra cittadina. Abbiamo voluto con piena consapevolezza riconoscere l’impegno, la volontà, l’intima tensione di un gruppo di persone, dal nome molto impegnativo: Vita Nuova,  che hanno cercato e cercano di vivere questa relazione

trinitaria, del dentro, del fuori e del sopra di sè.

In poche parole abbiamo indicando a noi stessi e ai nostri concittadini un possibile modello del vivere, la

Passione Sconvolgente di una Nuova Quotidianità.

Quindi parafrasando il sommo poeta, possiamo dire concludendo:

“…Onore e lode a uomini e donne che avete intelletto d’amore, l’amore che move il sole e le stelle… e codesto esemplo basti qual esperienza a cui serbar grazia…”

GRAZIE VITA NUOVA.


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.