MI MANCHERÀ…

di don Alex Pilati

 

Tu non sai quanto mai mi mancherà la bella dolce e amata mia Rosà.

Avrei voluto star con voi per sempre ma no al passato guardo ma al presente.

Tu svetti attorniata dai bei monti e il Grappa è il più bello in fin dei conti.

Il nome tuo deriva dalle roste che bagnan campi e boschi e mai nascoste!

Mi mancherà il duomo: che possente!

Mi mancheranno assai le tue campane che cantan vita o morte a sera e a mane.

Mi mancheranno  i bar e le osterie centrale tigli duomo e le partìe.

E i bar dove non più si fa cin cin Cordaro Al gaeo e Moscardin.

Mi mancherà il nostro oratorio col grest la banda a sagra non mi annoio…

La catechesi il canto e l’acr gli animatori i tosi e festarelle.

Mi mancheranno poi le nostre mende  che se “bastardo” sei nessuno si offende.

Jaconi, Jaconsei e mi si spiega che Baggio xe anca Vieno e Pastega.

Marioni, Os’ciara e Loli xe i pì bei Bissotto xe Baeani e Bissotei.

Per non dimenticare: ricordate! Che pur Bissotto xe Poenta e late!

Mattona e Checcarei ne dixe a moti che Bordignon xe Tei e Piegorotti:

Ce ne sarebbe tante e tante ancora ma non ci basterebbe neanche un’ora.

Mi mancheranno i nostri bei quartieri casette feste e via tutti i pensieri.

E per non dir che tutti sono uguali dirò di ognun quanto sono speciali.

Mi mancherà il quartiere Ca’ Dolfin la trebbiatura al campo e del buon vin,

il fascino dei Conti e della villa per non parlar dea graspa Capovilla.

Mi mancherà il quartiere Carpellina  tra scole e stadio el ga na sotospina

di giovani e ragazzi calciatori e bravi allenatori.

Mi mancherà il quartiere Oratorio di giallo nero tinge il comprensorio

e dopo le funzioni al cimitero  fasea i maroni Ruga e Scaldafero.

Mi  mancherà il quartiere Lunardon: te ve da Quarta armata al Croseron.

Ed  è un quartiere piccol ma affiatato ha quasi vinto il palio: che peccato!

Mi mancherà il quartiere Borgo Tocchi el ga na casetta coi fiocchi

tra moe, uvi e sparasi e cesetta xe beo star qua! Non c’è nessuna fretta!

Mi mancherà il quartiere Seminarietto con le piscine il parco e il palazzetto

tra sbarre e treni tu non hai paura che ti protegge c’è Bonaventura.

Mi mancherà il quartier Cremona de Castean a fugassa quanto bona!

E se non basterà per fare festa ghe xe la birra e il vin de Cesco Resta.

Di viola tingi il nostro super palio se non lo vinci passerai al vaglio.

Mi mancherà il quartiere Ca’ Minotto le so befanae i zughi de Stragliotto

poenta con musetto e fegadini i ne sentia fin a villa Santini.

Mi mancherà il quartiere Matteotti la cesa e procession e i piassarotti

i xe vissin al duomo e anca i tarda… par via dei tigli… attento! Che i te varda!

E non dimentichiamo il quartiere nuovo difficil far la rima eppur ci provo…

Hai case giovanetti e condomini, sei forte al calcio e hai anche gli alpini.

Mi mancherà il quartiere sant’Antonio che capiteo! Vardarlo xe un sogno.

Broeschi e Froli e mende qua xe tante se sa che i Vangelisti xe Costante.

Mi mancheranno suore ed Istituti servizio gioia e amor ce né per tutti!

Le ospiti ga un cuor n’anima granda che storna fa vegner suor Ferdinanda!

Mi mancherete voi o Parochiani che semo stati insieme sette anni.

E come cancellar ste me mancanze? Venite a trovarmi a Breganze!

Ed in qualsiasi posto dove andrò mi fermeranno e mi diranno “c’io’!!”

“Da dove xeo sto bel pretin qua?” Co orgoglio mi dirò: “son de Rosà!!”

 

Don Alex Pilati, cappellano di Rosà dal 5 ottobre 2011 al 30 settembre 2018.

 


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.