Anna Maria Martinello… amore per le parole

di Alfio Piotto   Mi chiamo Anna Maria Martinello, sono nata a San Pietro di Rosà e sono un’infermiera in pensione. Attualmente sono lettrice volontaria di LAAV – Letture Ad Alta Voce, associazione che permette di prestare il proprio tempo e la propria voce per leggere agli altri; inoltre presto servizio di lettura presso la Biblioteca a Rosà. Scrivo poesie da circa un anno, da quando sono entrata a far parte del Cenacolo di Poesia e Prosa di Rosà.   Natale    Anche quest’anno stai per arrivare MAGICO NATALE e noi speranzosi che sia diverso ci tuffiamo nel chiacchierio inquietante della gente tra le bancherelle in cerca dell’ultimo regalo; la piazza piena di luci di stelle di presepi e di abeti.   Per dirci che sta arrivando qualcosa di nuovo per portare nel cuore dell’uomo salute, pace e gioia che l’uomo ogni anno cerca disperatamente…   Arrivi puntuale ogni anno e noi ci vestiamo di tutta la SPERANZA che ci doni   Il Giardino del Silenzio   Tanti nomi scolpiti sulle fredde pietre attendono nel giardino del silenzio. L’edera, avvinta sulle croci, sigilla anni, secoli di storia.   Tanti fiori profumati per tante anime posti con affettuoso amore, tante gocce d’umide lacrime nella tenue luce e calore dei lumini a ricordo di tasselli del passato.   Nomi assopiti nel rigoroso silenzio, eguali nella terrena morte, giacciono nella speranza della resurrezione promessa da nostro...
leggi

Fare comunità per servire la Missione

di Valentina Guidolin   Qualche tempo fa ho condiviso con degli amici italiani la storia di una piccola famiglia, una coppia e i suoi tre bambini, che, per una settimana, ha vissuto nel cortile della parrocchia con i pochi bagagli raccimolati, le sue sole proprietà, perchè la casa dove era in affitto era stata distrutta (era abusiva) e non aveva ancora trovato un altro posto in cui stare. Sono nate varie proposte per aiutare a distanza questo piccolo nucleo familiare, segno della generosità di molti cuori; ma mentre cercavo di capire la situazione particolare di questa famiglia mi sono resa conto che proveniva da uno dei tre quartieri precari (una baraccopoli di 13.000 abitanti circa) che sarebbero stati sgomberati nei mesi successivi per consentire la costruzione di un’autostrada. Quante altre persone, dunque, avrebbero cercato casa? E così accade per molti altri problemi, come per l’analfabetismo, che interessa il 43% della popolazione, le malattie endemiche, tutt’ora presenti, il bisogno di lavoro…. Ci chiediamo spesso che cosa può fare un pugno di missionari in questo mare di fratelli in necessità.  La vita ci ha mostrato l’efficacia di una vecchia strategia (che tra l’altro è descritta negli Atti degli Apostoli): «Costruire comunità», un’esperienza che assomiglia a quella di introdurre nel corpo malato una cellula staminale. Cosi, infatti, una comunità, un gruppo di persone unite da relazioni sane e armoniose, puo’ contagiare positivamente e sanare tutta la società. Per andare sul concreto, noi, missionari della Comunità Missionaria di Villaregia, che per carisma abbiamo messo al primo posto nella nostra vita la comunione e la fraternità, promuoviamo, nella parrocchia e nel territorio che ci è stato affidato, la crescita di gruppi di persone desiderose di formarsi e di mettersi a servizio del prossimo, lavorando insieme con uno spirito comunitario.   E cosi, attualmente disponiamo di circa  80 persone che fanno volontariato, come maestri nella scuola per analfabeti, che conta oggi più di 570 inscritti, una quarantina di agenti caritas, che accolgono ogni anno circa 1300 persone in stato di necessità, 90 catechisti, che preparano ai sacramenti 1400 catecumeni e un gruppo di 4 persone, formate all’inserimento socio- professionale, che ha già preparato alla microimpresa 280 giovani…. La lista potrebbe continuare, ma sono solo dei piccoli esempi per sottolineare l’efficacia di cercare insieme le risposte e la potenza contagiosa di una comunità che valorizza e condivide i doni di tutti e di ciascuno.  Il primo passo per...
leggi

Radio #parolaigiovani: insieme per dare voce ai Giovani!

REALTÀ PARROCCHIALI di Antonio Bonamin ed Emanuele Guidolin   Fondiamo una WebRadio! Questo l’invito lanciato ai giovani di Rosà e non solo.  L’iniziativa dell’associazione Amici del Villaggio, che ha aderito ad un bando Europeo, ha coinvolto altre tre associazioni presenti nel territorio Rosatese e Bassanese. Promotori e collaboratori del progetto sono Amici del Villaggio, associazione per i diritti dell’infanzia, Circolo Noi, che anima la vita dell’Oratorio don Bosco, Cooperativa Yumè – Sogni Controvento Bassano, che offre servizi professionali a favore di minori e famiglie con difficoltà educative e relazionali e di persone in situazione di svantaggio, e Bassano Generation, radio già presente nel bassanese che trasmette su Radio Cooperativa. Ognuno, con le s ue peculiarità, aiuta e sostiene tutte le attività di ANG in Radio #parolaigiovani VENETO, chi con la parte tecnica, chi per la parte organizzativa, chi nell’aiutare a trovare nuovi spunti per le puntate. Cos’è una Web radio? È simile ad una radio normale, ma invece di trasmettere in diretta, crea delle registrazioni audio di breve durata, chiamati “Podcast”, ascoltabili da computer o telefonino. Il progetto #parolaigiovani VENETO è realizzato grazie ai fondi messi a disposizione da Agenzia Nazionale per i Giovani con il bando per la realizzazione del network delle radio digitali di “Ang Inradio”. Agenzia Nazionale per i Giovani è l’istituzione governativa delegata dalla Commissione europea che si occupa della gestione del capitolo Gioventù del programma Europeo Erasmus+, Corpo Europeo di Solidarietà e altre iniziative rivolte alle nuove generazioni in Italia. Il direttore e lo staff nazionale sono già passati ad inaugurare la nostra sede e le  altre 2  sedi venete, e stanno facendo il giro di tutte le altre sedi italiane. I progetti ANG inRadio sono infatti 44, in tutta italia! Ang Inradio #parolaigiovani VENETO è un programma che vuole dare voce ai giovani del territorio. Infatti ogni podcast (o puntata) toccherà diversi argomenti di attualità come ambiente, arte, economia, politica, società, dando sempre tanto spazio alla musica e cercando di privilegiare le manifestazioni e le band del territorio. Un’attenzione speciale è riservata inoltre ai programmi Erasmus Plus e Corpo Europeo di Solidarietà, attraverso la raccolta di testimonianze, impressioni, emozioni e ricordi di coloro che hanno vissuto questa esperienza. Le opinioni dei nostri giovani, le interviste, gli ospiti e gli eventi saranno registrati dentro e fuori dallo studio in Oratorio e non solo nel nostro territorio. Vi stiamo già aspettando online, non abbiate paura...
leggi