Concerto della Banda Monte Grappa al Gran Teatro La Fenice di Venezia

di Manuela Bizzotto

 

 

    Il 23 luglio del 2016 è stato una giornata memorabile per la Banda Monte Grappa di Rosà, che dopo più di un anno e mezzo di preparativi si è esibita in concerto al Gran Teatro La Fenice di Venezia. Un’esperienza indimenticabile, musicalmente ed emotivamente, resa possibile dalla tenacia e dalla lungimiranza del direttore Stefano Fabris, che con pazienza ha preparato noi musicisti e curato i contatti con l’organizzazione del Teatro fino al giorno del concerto.

La giornata è stata speciale anche per un altro motivo: è stata l’occasione per poter dare il nostro sostegno all’Istituto Palazzolo, una struttura importante che Rosà offre alle persone che necessitano di costanti cure e sostegno medico, e che ha bisogno della partecipazione di tutti coloro che sentono di voler dare una mano a questa struttura che svolge un servizio prezioso, importante, impegnativo.

Da tempo eravamo a conoscenza delle difficoltà economiche in cui versa la struttura e l’idea di organizzare un concerto di beneficenza è nata in modo del tutto spontaneo, da sempre infatti la banda partecipa alla vita culturale e sociale di Rosà e abbiamo preso a cuore, come tante persone e associazioni in paese, questa situazione cercando di fare quanto possibile, nel nostro piccolo, per dare una mano.

E così, da un’idea del direttore Stefano Fabris abbiamo accarezzato e poi realizzato il sogno di entrare in uno dei teatri più belli del mondo da suonatori, un privilegio che fino ad oggi non era mai stato concesso ad un gruppo musicale non professionistico, una sfida ed un impegno notevoli ma anche una grande gioia ed emozione nell’entrare in un tempio sacro della musica e dell’arte.

Ciò che abbiamo potuto fare è forse una goccia nel mare, ma l’abbiamo fatto con impegno e dedizione, e con sincera commozione abbiamo dedicato la nostra musica a tutti coloro che in una calda giornata di luglio ci hanno raggiunto a Venezia, per condividere con noi un giorno speciale, all’ insegna della musica e della solidarietà.