La pagina del mondo missionario

il Gruppo Missionario dell’U.P. di Rosà e Cusinati

 

Il Gruppo Missionario dell’Unità Pastorale di Rosà-Cusinati ha presentato al Consiglio

Pastorale di Rosà in data 21 novembre 2017 il progetto di sr. Adriana Canesso “Un ecografo per le donne in gravidanza”.

Il progetto è stato accolto all’unanimità, in quanto l’altro progetto, quello di suor Antonietta Ferraro, Honduras, consistente nella realizzazione di un frutteto a Ojojona – costo circa 800 euro – era già stato finanziato dal Gruppo Missionario.

Invece un ecografo costa circa 20.000,00 Euro! E solo questo serve per le donne incinte, ma anche per pazienti

affetti da altre patologie addominali, senza altre sonde, cioè altri pezzi che si usano per altre parti del corpo, come ad esempio

il cuore (cosa che suor Adriana non ha neanche il coraggio di chiedere).

Per il centro medico di MUGUNDA, paese alle pendici del monte Kenya a 2300 metri s/l/m, dove lavora suor Adriana, l’ecografo è uno strumento molto importante per seguire le gravidanze delle donne del paese e di quelle dei centri vicini, dato che l’ospedale dista più di 50 km.

Nei due incontri avuti tra giugno e luglio con il Gruppo Missionario e altri simpatizzanti, suor Adriana ha spiegato che il

dispensario è ben attrezzato e riconosciuto dal Ministero della Sanità: offre visite mediche giornaliere, vaccinazioni, servizio per diabetici ed ipertesi, cure per le persone sieropositive, servizi oculistici e dentistici. In esso lavorano 11 persone tra infermieri e paramedici e poi specialisti che prestano servizio saltuario.

In Kenia non esiste l’assistenza sanitaria gratuita. Tutti i servizi sono a pagamento e le suore Elisabettine rappresentano la Provvidenza per la maggior parte dei 30 mila abitanti della zona che vivono soprattutto di agricoltura, resa poco fertile dalla frequente siccità.

Anche le ecografie sarebbero a pagamento. Il costo sarebbe contenuto e servirebbe a pagare il tecnico e le spese di manutenzione dell’ecografo, non certo per recuperare la spesa dello strumento. Suor Adriana lavora lì come infermiera assieme a tre consorelle keniane e pertanto non ci può essere la collaborazione delle loro parrocchie di origine, per cui ci ha detto che confida nella Provvidenza e nei Rosatesi che vogliono dare una mano.

Come Gruppo Missionario contiamo nella sensibilità di chi risponde sempre con generosità alle nostre proposte. Ringraziamo per le offerte raccolte a Natale, il

gruppo del Presepe del duomo e l’ACR, con la consegna dell’olivo alle famiglie.

Data la consistenza della cifra che ci proponiamo di raccogliere, chiediamo un aiuto anche ai Quartieri, alle varie Associazioni, alle Ditte con offerte fiscalmente deducibili. Insieme si può raggiungere la somma in tempi relativamente brevi. Speriamo in una buona partecipazione al pranzo missionario del 15 Aprile. Un grazie fin d’ora.