Nuova sede per il Gruppo Alpini e Donatori di Cusinati

di Luca Baggio

Con grandissima soddisfazione, il 22 giugno 2014, gli alpini e i donatori di sangue del Gruppo di Cusinati hanno inaugurato la nuova sede, attigua alla canonica della chiesa parrocchiale.

La manifestazione è iniziata con due interessanti appuntamenti che l’hanno preceduta nei giorni di martedì 17 giugno, con una serata dedicata all’informazione sanitaria. Venerdì 20 giugno invece, sono state presentate immagini e filmati del primo conflitto mondiale, dallo scoppio della grande guerra fino all’armistizio del 4 novembre 1918.

La domenica, come da programma, si è visto l’ammassamento al capitello della Madonna della Salute per proseguire in sfilata per Via Ca’ Diedo, accompagnati dalla banda sezionale alpina, in una Cusinati imbandierata in ogni punto del paese. A circa metà del percorso è stato reso un omaggio floreale ai Caduti ricordati nel capitello della Madonna Assunta, per poi proseguire verso il monumento, dove, dopo l’alzabandiera e la deposizione di una corona di alloro è stato reso l’onore ai Caduti.

Dopo la Santa Messa presieduta da mons. Giorgio Balbo è seguita la vera e propria inaugurazione della nuova sede con l’alzabandiera, la benedizione, i discorsi ufficiali delle autorità e il taglio del nastro. Tra i presenti c’erano anche due reduci alpini del secondo conflitto mondiale, Giuseppe Gaborin e Francesco Strappazzon, che, scortati dal Gruppo Giovani hanno percorso le vie della sfilata a bordo della campagnola militare degli alpini del gruppo di Rosà. Questi non più giovani alpini, veri e propri pezzi di storia, che hanno conosciuto anche l’orrore della prigionia, con i loro semplici gesti e le loro poche parole ma di grande significato, ci rendono ancora più forti nel proseguire la nostra “missione” alpina, rendendoci ancora più orgogliosi di aver creato la nostra nuova “baita”.

Hanno preso la parola il capogruppo degli alpini, Baggio Luca e dei donatori di sangue Giusti Flaviano, che hanno ringraziato quanti hanno contribuito, sotto qualsiasi forma alla realizzazione della nuova struttura. In primis mons. Giorgio Balbo e la Curia di Vicenza. Sono intervenuti poi il Sindaco di Rosà rag. Paolo Bordignon, il presidente del reparto donatori di sangue Lamberto Zen, il presidente della sezione ANA Monte Grappa di Bassano, Giuseppe Rugolo e il nuovo consigliere dell’A.N.A nazionale, Fabrizio Pighin. Il taglio del nastro è stato effettuato dai due capigruppo unitamente al consigliere alpino del gruppo di Cusinati, Antonio Zanon, che è stato premiato oltre che per il suo notevole impegno nella edificazione della nuova sede anche per la sua tenacia e caparbietà che hanno favorito enormemente la chiusura anticipata dei lavori. Vero esempio di grande benemerenza alpina e di alti valori di altruismo.

E’ stato questo il degno coronamento di una importante giornata per Cusinati.